GIUSTIZIA CONSENSUALE

“Tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, c’è un campo immenso”: questo campo prende il nome di Giustizia Consensuale.

Giustizia Consensuale

Giustizia consensuale: che cos’è

All’interno di questo “campo immenso” esistono numerosi procedimenti che possono essere utilizzati per risolvere conflitti, rivendicazioni e controversie.

Quando si parla di risoluzione alternativa ci si riferisce ai modi di affrontare e risolvere le controversie al di fuori del tribunale e alla sua atmosfera tradizionale.

E’ vero che la soluzione del conflitto è “alternativa” rispetto a quella che si otterrebbe in Tribunale, tuttavia il metodo con cui si giunge a quella soluzione è “consensuale”, ovvero è condiviso e accettato dalle parti.

Proprio perché le parti scelgono di utilizzare un metodo in modo consensuale, si reputa si possa definire questo ambito come Giustizia Consensuale.

Lo scopo di questo progetto è quello di fornire al una mappa per muoversi agilmente in questo campo e trovare una soluzione equa, veloce che non passi necessariamente attraverso il giudizio.

Le risoluzioni consensuali delle controversie sono spesso così efficaci che il legislatore italiano – e non solo-  le raccomanda come primo passo, evitando di andare immediatamente in tribunale.

In molte materie ove può sorgere un conflitto, la risoluzione consensuale delle controversie è addirittura obbligatoria prima di iniziare il contenzioso giudiziale.

Giustizia Consensuale: i vantaggi per le parti in conflitto

La risoluzione delle controversie al di fuori dei tribunali può far risparmiare tempo e denaro e spesso le procedure sono meno formali e più flessibili del tradizionale giudizio.

Un altro vantaggio è la cooperazione e la creatività delle parti coinvolte, grazie alla natura collaborativa delle procedure di risoluzione alternativa delle controversie, ciascuna parte può comprendere meglio la posizione dell’altra parte e possono essere implementate soluzioni che il tribunale non può legalmente imporre.

Esistono diversi tipi di metodi alternativi di risoluzione delle controversie e ogni procedimento  ha i suoi vantaggi.

Giustizia consensuale: le opportunità per i professionisti che assistono le parti in conflitto

In conseguenza, per le parti in conflitto, rivolgersi a un professionista in ADR potrebbe essere un investimento utile.

Un vantaggio è la loro capacità di aiutare le parti a decidere quale forma di ADR è giusta per il loro caso.

Possono fornire rappresentanza durante le procedure ADR, ma possono anche fornire consulenze e strategie  in anticipo.

La scelta del metodo da utilizzare dipenderà da diversi fattori.

L’obiettivo del progetto non è solo quello di far conoscere i metodi di risoluzione consensuale dei conflitti in diversi settori, ma anche quello di contribuire a creare una nuova figura di professionista: il consulente in ADR.

Giustizia consensuale: il progetto

Lo scopo del progetto è quello di divulgare e far conoscere le forme di Giustizia Consensuale e formare figure specializzate che accompagnino e assistano le parti in conflitto in un percorso di conciliazione adatto alle loro esigenze.

 

IL PANORAMA DELLA
GIUSTIZIA CONSENSUALE

  • Mediazione civile commerciale

  • Arbitrato

  • Giustizia consensuale per i contribuenti

  • Giustizia consensuale per i consumatori

  • Giustizia consensuale per le imprese

  • Giustizia consensuale per la scuola

  • Giustizia consensuale per la famiglia

  • Giustizia consensuale per lo sport

  • Giustizia consensuale in rete

ESSERE PROFESSIONISTA IN
GIUSTIZIA CONSENSUALE

  • Il consulente esperto in giustizia consensuale

  • L‘etica e la deontologia dell’avvocato nella giustizia consensuale

  • I contratti per la risoluzione consensuale delle controversie

  • Skills del consulente negoziatore

  • Tecniche di negoziazione base

  • Tecniche di comunicazione efficace

IL MASTER ONLINE…COMING SOON

master giustizia consensuale

IL PROGRAMMA IN DETTAGLIO