Cos’è la mediazione scolastica

E’ un percorso che insegna ai bambini, ai ragazzi, ai genitori, agli insegnanti ad attraversare i conflitti e affrontarli positivamente trasformandoli in opportunità per conoscere di più se stessi e gli altri attraverso l’utilizzo delle tecniche di mediazione.

Insegnare ai bambini e ai ragazzi a risolvere i propri conflitti attraverso il metodo conciliativo li aiuterà a vivere in maniera più felice e pacifica.

Promuovere una cultura della mediazione e della convivenza nella scuola significa prevenire la violenza scolastica, affrontare i litigi e le dispute verbali, le derisioni e le umiliazioni tra compagni, i problemi di violenza e di bullismo, le difficoltà di relazione tra insegnanti e ragazzi, le difficoltà di rapporto tra insegnanti e genitori, attraverso l’apprendimento di strategie e abilità necessarie a mediare e risolvere i conflitti. Gli insegnati spesso sono posti di fronte alla necessità di risolvere i conflitti tra studenti e non è così semplice assumere una posizione.

Apprendendo le tecniche della mediazione i ragazzi possono risolvere le dispute senza arrivare alla violenza e senza il coinvolgimento diretto degli adulti.

Inoltre, l’abilità e il successo nella soluzione dei problemi, oltre a diminuire lo stato di disagio accresce la competenza, autoefficacia e autocontrollo emozionale, migliorando l’autostima.

AccademiAdr ha aderito al progetto

“INVECE DI GIUDICARE”®

PROGETTO PER LA COSTRUZIONE DI UNA RETE DI PERSONE, MEZZI E STRUMENTI PER LA DIFFUSIONE SU LARGA SCALA DELLA CULTURA DELLA MEDIAZIONE FINALIZZATA ALLA CONCILIAZIONE

Vai al progettoVai al progetto

L’obiettivo principale del progetto è la sensibilizzazione dei giovani, adulti di domani, affinché un’ adeguata in-formazione nel periodo scolastico possa permettere loro di agire, da adulti, con maggiore consapevolezza della grandezza di significato e di opportunità insite nella cultura della mediazione e della gestione costruttiva dei conflitti.

Il progetto ha ricevuto il patrocinio della Commissione Europea e apprezzamento e viva considerazione da parte del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e Ricerca sin dal  27 febbraio 2012.

Il progetto, su scala nazionale, prevede l’impegno di divulgatori-mediatori all’interno delle scuole medie superiori, per interventi di diffusione della mediazione quale strumento privilegiato per affrontare e trasformare i conflitti.

I mediatori di AccademiADR sono divulgatori del progetto Invece di Giudicare e sono a disposizione degli Istituti Scolastici per effettuare interventi divulgativi gratuiti sulla cultura della mediazione come strada alternativa alla soluzione dei conflitti.

Il progetto in breve:

MOTIVAZIONIll progetto, alla luce delle necessità evidenziate dal Paese, ribadite dal D.Lgs. n. 28 del 4 marzo 2010 in materia di “mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie” rappresenta una grande occasione per promuovere una cultura della mediazione e della convivenza pacifica nella scuola.

La giustizia ha sempre avuto due volti: uno formale e impositivo, uno consensuale ed equitativo.

Per consuetudine, siamo stati abituati a gestire le nostre controversie seguendo le “vie legali”, risolvendo il conflitto con l’affannosa ricerca della nostra ragione e del torto altrui nelle sedi dei tribunali. Tale cultura ci ha sempre spinto a considerare la soluzione del conflitto come ottenimento della vittoria sulla controparte, allontanandoci definitivamente da quest’ultima, per poi ottenere un giudicato non sempre soddisfacente i nostri interessi.

In un momento di forte crisi della giustizia tradizionale, è necessario più che mai promuovere una cultura che si basi sull’altro volto della giustizia.

Risolvere le controversie negoziando con la controparte alla presenza di un terzo è una grande opportunità per giungere ad una soluzione più soddisfacente , salvaguardando la relazione tra le parti con l’auspicio di un miglioramento per il futuro.

Insegnare ai bambini e ai ragazzi a risolvere i propri conflitti attraverso il metodo conciliativo li aiuterà a vivere in maniera più felice e pacifica.
FINALITA' E OBIETTIVIIl progetto ha come finalità̀ di tentare la sistematizzazione della diffusione della cultura della gestione pacifica dei conflitti interpersonali e collettivi attraverso la costituzione di reti di soggetti disponibili a svolgere concretamente la diffusione su ampia scala, in particolare nel mondo delle scuole medie superiori, della cultura della gestione pacifica dei conflitti interpersonali e collettivi, in modo diretto ma anche utilizzando i vari supporti tecnologici molto più vicini alle nuove generazioni, e atti a velocizzare e moltiplicare la divulgazione dei contenuti.
L’obiettivo principale è la sensibilizzazione dei giovani, adulti di domani, in quanto riteniamo che una adeguata divulgazione nel periodo scolastico possa permettere di agire, nel loro futuro di adulti e di classi dirigenti nel Paese, con maggiore consapevolezza della grandezza di significato e di opportunità̀ insite nella cultura della mediazione e della conciliazione.
Promuovere una cultura della mediazione e della convivenza nella scuola significa prevenire la violenza scolastica, affrontare i litigi e le dispute verbali, le derisioni e le umiliazioni tra compagni, i problemi di violenza e di bullismo, le difficoltà di relazione tra insegnanti e ragazzi, le difficoltà di rapporto tra insegnanti e genitori, attraverso l’apprendimento di strategie e abilità necessarie a mediare e risolvere i conflitti.
Inoltre, l’abilità e il successo nella soluzione dei problemi, oltre a diminuire lo stato di disagio accresce la competenza, autoefficacia e autocontrollo emozionale, migliorando l’autostima.
AREA TERRITORIALE DI INTERESSEL'area territoriale che coinvolge il progetto è quella dell’intero territorio italiano.
In particolare AccademiADR opererà sul territorio di Bergamo città e provincia.
BENEFICIARI DELLE ATTIVITA' PROGETTUALIBeneficiari diretti delle attività di diffusione sono gli studenti della scuola secondaria di secondo grado.
Beneficiari indiretti sono tutti gli attori coinvolti nel progetto ( scuole, docenti, dirigenti scolastici, famiglie).
TIPOLOGIE DEGLI INTERVENTI E TEMPISTICHEGli interventi potranno essere di vario tipo e potranno essere:
1. PRIMO ANNO ( O UNICO ANNO)
- interventi nelle aule scolastiche della durata di circa 2 ore, rivolti agli studenti
- interventi divulgativi nelle scuole rivolti agli insegnanti
- interventi divulgativi nelle scuole rivolti ai genitori
- messa a disposizione di materiale divulgativo in merito alla mediazione ed alla conciliazione
2. SECONDO ANNO
Coinvolgimento dell’istituto scolastico nel percorso SCUOLA AMICA DELLA MEDIAZIONE
3. TERZO ANNO
Formazione di alcuni studenti nel ruolo di Mediatori fra pari che opereranno stabilmente all’interno dell’Istituto Scolastico per la risoluzione dei conflitti.

VUOI DIVENTARE “SCUOLA AMICA DELLA MEDIAZIONE ®”?

Per maggiori informazioni ed eventualmente prenotare un intervento nella tua scuola scrivere a:

alessandra.grassi@accademiadr.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi